Chi è on line

 1 visitatore online

Area Riservata



Newsletter


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Powered by Studiosmart!
Milena Gabanelli - Report

MILENA GABANELLI

(da Report)


Le carote fanno bene alla pelle, i pomodori contengono il licopene che combatte i radicali liberi. E noi giù a comprare carote e pomodori.

Quello che non si scrive mai è in quali condizioni il prodotto mantiene le sue caratteristiche.

Le carote grattugiate vendute nella vaschetta di plastica o l’insalata già lavata e in busta hanno perso le loro proprietà, è quasi come mangiare niente.

Presso il centro di scienze dell’invecchiamento dell’Università di Chieti è stata fatta una ricerca per quantificare la presenza in frutta e ortaggi di polifenoli e flavonoidi, quegli antiossidanti dalle proprietà antitumorali per i quali bisogna mangiare frutta e verdura.


Fonte: Rai.it - Report

Benessere ed  integrazione alimentare

 

Il Messaggero.it

Nutrizionisti e dietologi: Frutta e verdura hanno perso il 50 % delle proprietà nutritive.

di ELENA CASTAGNI


ROMA - La dieta mediterranea non è più quella di una volta.

Anche l'ultima colonna del mangiar sano (e bene) sta cedendo. Dietologi, dietisti e nutrizionisti dicono che rispetto a 15 anni fa la maggior parte degli alimenti che arrivano sulle nostre tavole contengono il 50 % delle proprietà nutritive in meno. Cereali, frutta, legumi, carne, pesce, latte, uova, e verdure, contengono sempre meno vitamine , sali minerali e altri importanti nutrienti.

Lo rivela uno studio di Eta Meta Research che, in occasione dell'apertura del SANA (Salone internazionale sull’alimentazione-salute & ambiente) di Bologna ha intervistato esperti di nutrizione per Federsalus.


Risultato: i procedimenti di produzione e di conservazione dei cibi che arrivano da tutte le parti del mondo, la richiesta di prodotti fuori dalla loro naturale stagione e, non da ultimo, l'inquinamento fanno sì che la nostra alimentazione perda buona parte dei nutrienti fondamentali. A parità di consumo calorico, rimasto invariato negli anni, in media, la perdita di vitamine e sali minerali rispetto agli stessi alimenti di 15-20anni fa, ammonterebbe ad oltre il 50 per cento.

 

leggi tutto l'articolo...

Valutiamo collaborazioni con professionisti del settore

 

form2